Ultima modifica: 24 giugno 2017

GIORNATA DELLO SPORT

04
MARZO 2017

Sandro Donati

Maestro dello sport, è noto soprattutto per le sue battaglie contro il doping nell’atletica leggera, nel calcio e nel ciclismo e per aver denunciato gli scandali dell’atletica italiana avvenuti nella metà degli anni ottanta. Precedentemente, dal 1977 al 1987, è stato allenatore della nazionale di atletica leggera dell’Italia, ma fu sollevato da tale incarico dopo la denuncia della frode attuata dai giudici del salto in lungo in occasione dell’ultimo salto di Giovanni Evangelisti durante i campionati del mondo del 1987 tenutisi a Roma. Ha inoltre scritto diversi libri riguardanti il doping ed è stato a capo del settore Ricerca e Sperimentazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano dal 1990 al 2006.

Nel 2015-2016 allena il marciatore Alex Schwazer, sospeso per doping (peraltro egli sostiene che a seguito di una sua denuncia alla WADA sia stato possibile pescarlo nel 2012 nella rete del doping) e che ha terminato la squalifica per uso di epo e anabolizzanti il 29 aprile 2016.

Sandro Donati

Maestro dello sport, è noto soprattutto per le sue battaglie contro il doping nell’atletica leggera, nel calcio e nel ciclismo e per aver denunciato gli scandali dell’atletica italiana avvenuti nella metà degli anni ottanta. Precedentemente, dal 1977 al 1987, è stato allenatore della nazionale di atletica leggera dell’Italia, ma fu sollevato da tale incarico dopo la denuncia della frode attuata dai giudici del salto in lungo in occasione dell’ultimo salto di Giovanni Evangelisti durante i campionati del mondo del 1987 tenutisi a Roma. Ha inoltre scritto diversi libri riguardanti il doping ed è stato a capo del settore Ricerca e Sperimentazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano dal 1990 al 2006.

Nel 2015-2016 allena il marciatore Alex Schwazer, sospeso per doping (peraltro egli sostiene che a seguito di una sua denuncia alla WADA sia stato possibile pescarlo nel 2012 nella rete del doping) e che ha terminato la squalifica per uso di epo e anabolizzanti il 29 aprile 2016.

Sandro Donati

Maestro dello sport, è noto soprattutto per le sue battaglie contro il doping nell’atletica leggera, nel calcio e nel ciclismo e per aver denunciato gli scandali dell’atletica italiana avvenuti nella metà degli anni ottanta. Precedentemente, dal 1977 al 1987, è stato allenatore della nazionale di atletica leggera dell’Italia, ma fu sollevato da tale incarico dopo la denuncia della frode attuata dai giudici del salto in lungo in occasione dell’ultimo salto di Giovanni Evangelisti durante i campionati del mondo del 1987 tenutisi a Roma. Ha inoltre scritto diversi libri riguardanti il doping ed è stato a capo del settore Ricerca e Sperimentazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano dal 1990 al 2006.

Nel 2015-2016 allena il marciatore Alex Schwazer, sospeso per doping (peraltro egli sostiene che a seguito di una sua denuncia alla WADA sia stato possibile pescarlo nel 2012 nella rete del doping) e che ha terminato la squalifica per uso di epo e anabolizzanti il 29 aprile 2016.

previous arrow
next arrow
Slider

Il giorno 4 marzo 2017 tutto il Liceo di Arzignano è stato coinvolto nella giornata dello sport, organizzata dal dipartimento di scienze motorie in collaborazione con i ragazzi rappresentanti di istituto.L’occasione è stata importante anche per accogliere lo staff direttivo del gruppo Lions di Arzignano, che ha donato un defibrillatore da collocare nella palestra del Liceo.La cerimonia si è svolta nell’aula magna dell’istituto, alla presenza del Sindaco di Arzignano e degli assessori allo sport e all’istruzione.Davanti a 170 alunni di classe quinta, futuri maturandi, ho ribadito come Preside, l’importanza dello sport e la necessità dell’attività fisica in generale per tutti, ma soprattutto per i giovani, che spesso se ne dimenticano.Pensate alla sensazione di benessere generale che deriva dall’attività fisica.Sicuramente ha a che fare con la mente,ma è altrettanto vero e provato che è proprio l’organismo con tutte le sue parti vitali a stare meglio e a farci sentire quella piacevole sensazione di contentezza che è in ciascuno di noi, e può andare dall’euforia alla felicità.La soluzione ideale sarebbe quella di dedicare all’attività sportiva un tempo determinato ogni settimana, anche 2/3 ore, ma senza dimenticarselo mai.Fate sport, ragazzi, in ogni stagione della vostra vita, cambiatelo se non vi piace, ma fate sport, con le dovute attenzioni per il cuore e per le altre parti del corpo.Ecco che il defibrillatore può aiutarvi nel caso di assenza di segni di vita.IL DAE TI PUO’ SALVARE LA VITA!https://www.facebook.com/liceoarzignano/videos/1327764150613385/

Related Post

Lascia un commento

Devi fare il log in per inserire un commento.

Link vai su
Vai alla barra degli strumenti